Notice: Undefined variable: gg_map_api in /home/websites/portalegrecia.com/www/vacanze-grecia.php on line 44 PORTALE GRECIA
Portale Grecia

ANNUNCI

    Spazio pubblicitario
Traduzione di testo in 75 lingue, con un solo clic!

 


© 2006-2010
PORTALE GRECIA
Turismo e vacanze in Grecia
 
 
 
 
Portale Grecia
il portale sulla Grecia: lingua, storia, cultura, vacanze, turismo, informazioni!
 

Ieràpetra

Denominazione:
In greco: Ιεράπετρα, ΙΕΡΑΠΕΤΡΑ
Trascrizione italiana: Ieràpetra



Situata nel punto più a sud dell’Europa, nota anche per il suo inverno particolarmente mite, è stata nei secoli passati, terreno di occupazione di molti, dai turchi, arabi e veneziani dei quali si possono osservarne le commistioni quali la fortezza veneziana, una moschea con il minareto e la fontana Krini splendidamente conservati.

Il museo archeologico dove sono conservati reperti di varie epoche; vasi rituali, oggetti vari, navi, il sarcofago di Episkopi, la statua della dea Persefone.
La chiesa di Afentis Cristos del XIV secolo al cui interno vi sono splendide icone ed una iconostasi finemente intagliata in legno. La chiesa Panagitsa, dedicata alla Vergine, la chiesa di San Giovanni che nel XVII secolo fu dai turchi trasformata in moschea, la cappella bizantina di Agios Georgios e Agios Haralampos del 960 a.C., la Panaria Vriomenou del 1577.

La residenza di Napoleone; qui nel 1798 la sua flotta sbarcò, prima di raggiungere l’Egitto, l’imperatore fu ospitato in una delle case della città dove a ricordo della storica visita è stata apposta una targa.

A pochi chilometri, Ierapetra sorprende per le bellezze naturali che si celano nel suo entroterra, foreste di pini ed uliveti, la gola di Ha lunga circa 500 metri e profonda 400, ricca di flora e fauna autoctone.

Lungo la costa, s’incontrano spiagge ricche di ciottoli e sabbia, circondate da piccole e pittoresche baie tutte contrassegnate dalla bandiera blu europea.

Oltre a ciò, da qui si può prendere un battellino che conduce all’isolotto disabitato di Gaidhouronisi, altrimenti detta l’isola di Chrissi o dell’asino.

Questo luogo, lungo circa 4 chilometri, al cui interno vi è una spettacolare foresta di cedri è famoso anche per la stupefacente spiaggia chiamata delle conchiglie. Infatti, tutta la spiaggia è ricoperta da uno strato di fossili multicolori che le conferiscono un’atmosfera davvero unica, oltre ad essere un luogo ideale per passare una giornata di tutto riposo, lontano dal caos vacanziero.

Loading...
Pagina provvisoria



















Spazio pubblicitario