Notice: Undefined variable: gg_map_api in /home/websites/portalegrecia.com/www/vacanze-grecia.php on line 44 PORTALE GRECIA
Portale Grecia

ANNUNCI

    Spazio pubblicitario
Traduzione di testo in 75 lingue, con un solo clic!

 


© 2006-2010
PORTALE GRECIA
Turismo e vacanze in Grecia
 
 
 
 
Portale Grecia
il portale sulla Grecia: lingua, storia, cultura, vacanze, turismo, informazioni!
 

Le Meteore

Denominazione:
In italiano: Le Meteore
In greco: Μετέωρα, ΜΕΤΕΩΡΑ
Trascrizione italiana: Metèora

Celeberrime e celebrate, suggestive da lasciare senza fiato, queste imponenti rocce frutto dell’erosione provocata dalle acque e dal soffiare impetuoso dei venti, si stagliano colossali quasi a toccare il cielo e, chi avrebbe mai immaginato che proprio su questi colossi si potessero costruire edifici sacri.

L’edificazione dei monasteri, affonda le radici nella persecuzione perpetrata dai Turchi contro i monaci cristiani e, questi per sfuggire a ciò, costruirono queste meraviglie, che per la loro caratteristica non vennero mai conquistate dagli ottomani, col tempo poi, divennero luoghi in cui sono state e sono custodite le antiche tradizioni, la cultura e l’ arte.

Per accedere ai monasteri, un tempo si utilizzavano delle ceste tirate da antichi argani. Al giorno d’oggi si accede con sistemi moderni, qui possiamo visitare i tesori conservati oltre allo spettacolare panorama.

Degno di nota è il reperto del XVI secolo usato per il rifornimento d’acqua, costituito da una enorme botte che poteva contenere circa 13.000 litri di acqua.

Monasteri da visitare: Aghios Nikolaos, il Roussanou del 1540, il Varlaam del XIV dal nome del suo fondatore. Da questi monasteri un tempo si scendeva e si saliva con un scala a corda ed una rete. Oggi una scala di oltre 190 gradini scolpita nella roccia ci porta in quei monasteri. Per raggiungere il monastero Megalo Meteoro del 1544 avente la connotazione del Monte Athos, cioè con una basilica a croce Greca, un sentiero di 145 gradini ci conduce lì. Più in su, altri 150 gradini ci conducono alla Aghia Triada del XV secolo.

Particolarità, invece, del monastero Aghios Stefanos è quello di essere abitato dalle monache, qui c’è una chiesa dedicata ad Aghios Charalambos che conserva il teschio del santo donato dal governatore della Valacchia.

Altro luogo degno di nota è colossale roccia detta Theopetra sulla cui cima vi è una grotta in cui forno portati alla luce reperti di epoca paleolitica e neolitica.
Loading...

Pagina provvisoria





























Spazio pubblicitario